Accesso nº 3924318 di Sabato 28 Novembre 2020 delle ore 23:56 Benvenuto Ospite.
Buon onomastico a: Giacomo della Marca
Le conseguenze della collera sono molto più gravi delle sue cause. (Marco Aurelio)
  Password dimenticata ?     Ricordami       Accedi Invisibile
Ricerca Avanzata  
Iscriviti Iscrivitipolicy La Policymail Contattacidona DonaFaq Faq
messaggi 1
home Homeindice Indice ForumSistemi OperativiAmigaStoria Amiga. Parte III
N.B. Alcune pagine sono in costruzione e altre in allestimento (diciamo per precisione in Perfezionamento), ma Estrazioni, Ricerca, GuestBook, Calendario, News, Contattaci e tutto il resto funzionano perfettamente...
Purtroppo il Forum con PhpBB è stato vittima di malfunzionamenti imprevisti, perciò abbiamo deciso di rimuoverlo e di risciverlo noi di sana pianta, (in tempi brevissimi, lo pomettiamo), ma come avrai notato, intanto le estrazioni sono diventate molto più puntuali e lo saranno sempre di più...

Sito in Costruzione... ancora un pò di pazienza
costruzione
E sempre Grazie per la vostra comprenione...
Visione di un Argomento
Visione Argomento Storia Amiga. Parte III
Da MisterX
Di Giovedì 25 Ottobre 2007 00:00
Risposte: 0
Argomenti: 5
Forums: 2
Da MisterX
Di Giovedì 25 Ottobre 2007 13:49
Risposte: 0
Argomenti: 4
|◄ Trovati 4 Argomenti, Argomento:
3
di 4.   02 03 04 ►|
Da MisterX
Di 22/04/2016 18:07
Risposte: 0
Letture: 429
Aperto
La seconda metà degli anni "90"
Offline
avatar
Utente Avanzato
Palermo
Messaggi: 11
Registrato: 07 Dicembre 2005
imm R. J. Mical. Uno dei soci fondatori

1995

  Febbraio 1995: CEI annunciò di aver stretto un accordo con IBM per fabbricare per conto della stessa prodotti Commodore in caso di acquisizione dell'azienda da parte loro. Anche Escom sembrò essere interessata all'acquisto di Commodore.
  Marzo 1995: Techmedia Publishing, terminò la pubblicazione di Amiga World, (la prima rivista pubblicata nel mondo dedicata ad Amiga.)
  Escom (un grande produttore tedesco di PC IBM compatibili) ed il liquidatore raggiunsero un accordo facendo un'offerta avente forza contrattuale. L'offerta fu di circa 6 milioni di dollari a cui si sommarono altri 1.4 milioni di dollari per ottenere il logo di Commodore dalla divisione Commodore tedesca.
  Altre offerte furono fatte per altre divisioni di Commodore.
  Finalmente il giorno del giudizio di Amiga (cioè la data della prima audizione) venne fissata.
  Si tenne il 20 Aprile del 1995.

  Le compagnie che presenziarono all'audizione furono Commodore UK, CEI ed Escom.

  Escom vinse l'asta di liquidazione !
  L'offerta di partenza di Escom fu di circa 6 milioni di dollari e di 1.4 milioni di dollari per il marchio
Commodore.
  Dell fece la sua offerta alle 2 del pomeriggio di entità sconosciuta.
  Tuttavia l´offerta di Dell fu respinta perchè era comprensiva di alcune clausole, mentre l'offerta di Escom era incondizionata. Alla fine dell'audizione così fu accettata l'offerta di Escom, Dell continuò a trattare tentanto un'offerta più conveniente arrivando a una seconda offerta di 15 milioni di dollari con la condizione di attendere altri 30 giorni per seguire l'evoluzione di Amiga prima di decidere se trattenerla definitivamente.
  La divisione Commodore UK non fece alcuna offerta durante l'audizione, apparentemente perchè il loro rappresentante aveva abbondonato. Tuttavia, Colin Proudfoot di Commodore UK ed Escom avevano entrambi stabilito che nel giro di un paio di settimane Commodore UK avrebbe avuto in licenza la tecnologia di Amiga o più probabilmente Commodore UK sarebbe stata acquisita da Escom.
  Escom dichiara di voler lavorare con gli sviluppatori Amiga, i gruppi di utenti e di voler supportare l'ingresso di Amiga in Internet.
  La base Commodore nelle Filippine e lo stock di macchine ancora ferme non venne incluso nelle trattive dell'asta, ma fu probabilmente venduto ad Escom in seguito per 1 milione di dollari circa, questo perchè sussistevano alcuni problemi legali alla vendita a terzi parti di componenti hardware già esistenti. Il 30 Maggio del 1995 Escom
tenne una conferenza stampa annunciando l'inizio di una nuova era per il marchio Amiga.
  Come prima cosa Escom creò una nuova divisione chiamata Amiga Technologies, la cui priorità consisteva nel riprendere la produzione delle macchine. Escom annunciò in seguito anche la produzione di un Amiga 4000 con CPU Motorola 68060; da assemblare in un case tower di nuovo concezione ed anche un Amiga 4000/040 sempre in versione tower.
  In Ottobre Escom produsse anche il modello Amiga 1200s stipulando contratti con Scala in modo che ogni Amiga posto in vendita avesse come software di base incluso Scala MM300 (software per il montaggio audio video).
  La tecnologia RISC avrebbe dovuto essere sviluppata nel 1996.
  Novembre 1995: Gilles Bourdin, annunciò al VTU Expo che lo sviluppo dei futuri Amiga avrebbe preso la strada RISC; dall'ultimo dei processori 68k, il 68060 al potente processore Mororola PowerPC.
  I nuovi Amiga 1200s erano già nei magazzini un pò ovunque in Europa. Praticamente erano identici ai modelli
precedenti di Amiga 1200 ma dotati di OS 3.1 ed un pacchetto software ricco di utili programmi denominato "Magic
Pack". Il Magic Pack incluse Wordworth v4.0SE, Digita Datastore v1.1, Digita Organizer v1.1, Turbo Calc v3.6, Personal Paint v6.4, Photogenics 1.2SE, più due giochi: Whizz e Pinball Mania.
  Il "World Of Amiga Show" si tenne a Colonia (Germania) e il Comdex Show a Las Vegas (La più grande fiera
dell'informatica mondiale). Qui Gilles Bourdin annunciò l'Amiga Surfer Pack ovvero software ed hardware necessari
per navigare in Internet.
  Il nuovo A4000s venne equipaggiato con la CPU 68060 a 50MHz. Le sole differenze rispetto all'Amiga 4000/040 erano di avere un disco fisso SCSI da 1GB invece che IDE ed un lettore floppy disk DD invece che HD.

1996

  WALKER

  Il primo progetto, presentato al CeBit di Hannover, riguardava l'Amiga "Walker" (nome provvisorio). Il Walker però non fu mai commercializzato ed è rimasto nei magazzini della Escom fino a finire (ed è storia recentissima) nei magazzini della Merlancia.
  Amiga 1200 Surfer Pack fu un altro prodotto del '96 consisteva in un Amiga 1200 classico con 4 Mb di Ram e
disco fisso da 260MB assieme ad una completa suite di software dedicato alla navigazione su Internet grazie ad un modem da 14.400bps integrato AMIGA PowerPC
  Progetti ambiziosi supportati da un'altra importante società Phase5, interessata nello sviluppo di schede
acceleratrici per i computer Amiga, dotati di processore 030/060 espandibili con il kit Fast SCSI2 (10Mb/s) e schede video CyberVision a 64 bit (basate all'epoca su chip S3 Virge).
  Intanto in attesa degli sviluppi produce le prime schede PowerUP dotate di processore PPC603 e 604 per i sistemi Amiga 1200 e 4000.

1997

  Verso la fine di Marzo 1997 finalmente Amiga Technologies viene ceduta a Gateway 2000 (il secondo produttore di PC al mondo e rifornitore principale della NASA), gigante americano considerata dalla rivista Fortune tra le prime 500 società del mondo.
  Amiga Technologies diventa Amiga International e sembra finalmente finita l'odissea, Gateway sembra molto
interessata in particolare nel riprendere lo sviluppo del Sistema Operativo, nel supporto per la comunità Amiga, in una politica di licenze a terze parti, e di collaborazione tra le diverse società coinvolte in Amiga.
  In particolare riprende forza l'Industry Council Open Amiga che avvia contatti con Gateway che sembra molto
interessata nel supportare il progetto.

1998

  Nel 1998 Phase5 ottiene una licenza sull'AmigaOS e presenta le specifiche di una nuova macchina denominata pre/box basata su una motherboard ATX, dotata di memoria SDRAM, sottosistema grafico 3D integrato, bus PCI, controller Ultra-Wide SCSI II, USB, interfaccia EIDE, interfaccia parallela, seriale e connettore in cui poter inserire una scheda dotata di 4 processori PowerPC 604 o 750 (G3).
  E l'A/BOX ?
  Il progetto era ritenuto ancora valido ma la sua realizzazione era rimasta "pendente" a causa degli alti costi, della linea (o meglio della non linea) adottata da chi aveva i diritti sull'Amiga (PPC ? Si, no ?) e dalla necessità di avere l'appoggio e il sostegno di tutta la comunità Amiga.

1999

  Nel Luglio del 1999 Jim Collas annuncia i nuovi progetti: AmigaOE (Amiga Operating Environment), Amiga MCC.
  Il nuovo sistema operativo doveva essere sviluppato utilizzando il kernel Linux e non il QNX come molti avevano detto in precedenza, supportare e puntare su Java, supportare inoltre gli standard quale ad esempio OpenGL
  Grande sensazione fece inoltre l'accordo stipulato con Corel che garantiva il proprio supporto.
  Dal punto di vista dell'hardware invece si annunciò l'Amiga MCC basato su un processore di alte prestazioni (allora si parlava del misterioso progetto della società Transmeta, ossia il processore Crusoe), chip video della ATI basato su architettura VLIW (Very Long Instruction Word) in grado di offrire codifica/decodifica MPEG, rendering 3D con shading e texture mapping, funzioni di blitter, risoluzioni fino a 1280x1024 a 75Hz, sintesi audio FM e Wavetable a 16 bit, funzioni modem/fax, capacità di gestire fino a 8 miliardi di numeri interi a secondo. RAM 168-pin SDRAM, DVD, interfacce E-IDE UltraDMA, modem, Ethernet, Wireless, bus PCI, USB...
  Gli utenti Amiga accettarono la situazione nonostante l'inaspettata e poco gradita scelta del kernel Linux
(questo cambiamento probabilmente era dovuto allo scarso interesse di molte compagnie nel supportare un altro e nuovo S.O. come il QNX).Gateway non aveva le stesse idee di Jim Collas che poco dopo lasciò l'incarico e fu sostituito, in quanto probabilmente Gateway non aveva nessun interesse nè convenienza nello sviluppo di hardware visto i suoi contatti con Microsoft che chiaramente remava contro, (guardando l'immagine successiva qualche x-dubbio viene).
  Nell'ottobre del 1999 viene finalmente completato (dopo lungo tempo) e rilasciato l'Amiga OS 3.5.
  Questa nuova versione includeva il supporto per i processori PowerPC (WarpUp), accesso internet (TCP/IP stack), supporto degli Hard-disk > 4GB, rinnovata interfaccia grafica, miglior supporto CD-ROM, documentazione HTML e altri aggiornamenti e correzioni.
  Il sistema minimo richiesto per il funzionamento era un Amiga con processore 020, Amiga ROM 3.1 (v. 40.xx), 4 Mb FAST RAM, naturalmente processori 030 o 060 e schede grafiche erano consigliate per un utilizzo ottimale.
  In questo periodo iniziò la produzione di nuovi progetti hardware riguardanti l'Amiga e sviluppati da diverse società (BoXeR, Micronik A1500) e naturalmente le speculazioni riguardo al futuro, in particolare la strada sembrava segnata verso una soluzione 68k+PowerPC, guidata da Phase5 e dalle schede PowerUP, in attesa del Power Amiga.

2000

  A Febbraio Amiga Inc. svela due dei suoi partner: Hyperion Entertainment che svilupperà l'OS, e Tao Group che darà il motore di Elate. (il suo rivoluzionario sistema operativo)
  Arriviamo ad Aprile e si iniziano a intravedere spiragli sulla politica e intenzioni di Amiga Inc.
  All'Amiga2k show l'annuale fiera dedicata ad Amiga tenuta a St.Louis vengono svelati tanti particolari e
viene presentata una macchina per sviluppatori, un PC AMD K6 II a 500 Mhz, 64 Mb Ram con scheda grafica GeForce3.
  Elate non gira ancora nativo, ma in maniera hosted sotto Red Hat Linux.
  Attualmente gli sviluppatori al lavoro per il nuovo Amiga sono: Matrox, ACT, DCE, Scala, [email protected], Merlancia, Epic Marketing, Titan Computer, Haage & Partner, Digital Images, Crystal Software, Hyperion Entertainment, Tao Group, Sendo, Sharp

2001

  Nel frattempo lo sviluppo dell'AmigaOs classico continuava, nel marzo del 2001 uscì il tanto atteso aggiornamento della versione 3.5 di AmigaOs; sviluppato ancora da Haage & Partner, AmigaOs 3.9 (così era stata
chiamata la release) andava a colmare molte delle mancanze e lacune della versione 3.5, venne così integrato uno
stack TCP/IP nativo e vennero aggiunti nuovi software in ambito multimediale.
  Era principalmente una raccolta di software registrato ed integrato di base sopra il sistema operativo
arricchita da una serie di miglioramenti drastici in ambito multimediale (il sistema divenne così più stabile e veloce).
  A Giugno venne presentato l'Amiga SDK (Software Development Kit), il sistema di sviluppo che permette ai
programmatori di sviluppare software per i nuovi modelli Amiga (ovviamente non gli AMIGA ONE).
  L'SDK "gira" su un comune PC e richiede dei requisiti minimi secondo delle specifiche chiamate "ZICO"
  L'SDK è basato su Elate, il quale, presenta principalmente un rivoluzionario e velocissimo Processore Virtuale (VP processor), ovvero una simulazione software di una CPU, in modo da ottenere un sistema operativo in cui le le applicazione saranno indipendenti dall'hardware utilizzato garantendo però totale compatibilità su ogni piattaforma.
  Attualmente l'Amiga SDK gira hosted su Red Hat Linux ma è disponibile anche una versione per sistemi operativi Microsoft Windows.

2002

  In questo periodo la Haage & Partner volle portare il sistema AmigaOS su piattaforma x86, creò Amithlon, un emulatore, basato sul kernel Linux compilato per x86, che fa girare la STESSA versione di AmigaOS (la 3.9) che è uscita nel 2000.
  Il vantaggio di questo lavoro fu data dal fatto di permettere agli utenti Amiga (e agli ex utenti che già
disponevano di un PC compatibile) di poter finalmente utilizzare hardware standard (schede grafiche ATI, schede
sonore Sound blaster ecc.), quindi ad un costo relativamente basso in confronto alle schede dedicate esclusivamente ad Amiga, sotto AmigaOs.

img
Questo lavoro è stato possibile raccogliendo informazioni da svariati siti e aggiungendo molta esperienza personale di molte persone, che hanno contribuito e conosciuto Amiga e il suo sistema operativo fin dal lontano 1984.
Spero che la storia vi sia piaciuta, anche se non è stata a lieto fine come tante storie, e arrivederci alla prossima !
|◄ Trovati 4 Argomenti, Argomento:
3
di 4.   02 03 04 ►|
Amiga
Sistemi Operativi
Visione di un Argomento
Situazione Attuale Sito
Visitatori Totali finora 3924318 - In questo momento sono online 124 ospiti. di cui 0 Iscritti e 0 Nascosti
114 in Emozione Lotto - Estrazioni, 1 in Le News, 1 in Indice del Forum, 1 in La Privacy. (Trattamento dei Dati Personali), 6 in Forum,
[ Basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti ]
Ultima Estrazione Lotto n. 9851
Ultima Estrazione Superenalotto n. 3192
Concorso n. 125 di Sabato 28 Novembre 2020
Ecco chi c'è nel sito adesso
Iscriviti Iscrivitipolicy La Policymail Contattacidona DonaFaq Faq
messaggi 1
home Homeindice Indice ForumSistemi OperativiAmigaStoria Amiga. Parte III
Novembre 2020
DomLunMarMerGioVenSab
01020304050607
08091011121314
15161718192021
22232425262728
2930
BACHECA
NEWS:   È presente 1 New

IN RILIEVO DAL SITO: chi Chi Siamo ?nole Note Legalicond Condizionitdp Privacydona Donamap Mappa del sito

IN RILIEVO DAL FORUM: Annunci: Nota importante !BBCode Cosa sono ?Emoticons Cosa sono ?
Buona Sera Ospite (Visitatore)
Puoi Leggere Tutto.
Ma non puoi C/R/M/S/E Nulla.
Passa sopra le lettere con il puntatore del mouse per la legenda...
I BBCode sono Attivi.
Le Emoticons sono Attive.
Goditi queste splendide immagini di Palermo e della sicilia in generale... Un click del mouse se le vuoi vedere meglio e la descrizione completa.
Immagine:0Immagine:1Immagine:2GalleriaImmagine:3Immagine:4Immagine:5
Auguri   Nessun Compleanno oggi...
  CHI C´È IN LINEA
  Record di utenti connessi: 3837 registrato Lunedì 28 Ottobre 2019 20:30
  Iscritti connessi:
  STATISTICHE
  Sito: 17 messaggi dal GuestBook ● 1 New ● 1 messaggio dallo Staff ● 45 Iscritti Totali ● Ultimo Iscritto Tonio
  Forums: Totale Messaggi 42 ● Categorie 8 ● Forums 14 ● Argomenti 42 ● Risposte 0